Come ottenere il NIE: la GUIDA DEFINITIVA 【2018】 Ecco tutto ciò che dovete sapere sul NIE

come ottenere il nie

ITAGNOLE E ITAGNOLI! BUENOS DÌAS!

NIE di qua, NIE di lá, NIE di su, NIE di giù… Se andate a vedere nei guppi di Italiani in Spagna l’80% dei post parla di questo NIE. Spero di risolvere tutti i dubbi riguardanti a questo argomento con questo video.
SEI SICURO ANDREA?
IO ALMENO CI PROVO!




Che cosa è il NIE

Il NIE è l’acronimo di Numero de Identidad del Extranjero, è il numero di indentificazione di uno straniero in suolo spagnolo.
È il documento con il quale si fa tutto in Spagna. É un po’ l’equivalente del codice fiscale in Italia.

Cosa serve il NIE

Il Nie è molto importante perché serve per molteplici cose come:
lavorare in Spagna (quindi senza il NIE gli unici lavori a cui potete aspirare sono lavori in nero con gli eventuali rischi e pericoli)
registrarsi alla Seguridad Social (un contratto di lavoro si fa con il NIE e il numero della Seguridad Social, se non ce li avete niente contratto)
aprire un conto in qualsiasi banca, aprire un’impresa, comprare un’automobile o una casa, fare la dichiarazione dei redditi. Capite perché ora tutti diventano scemi per fare il NIE perché senza questo documento non potete fare un cazzo!

Come fare il NIE

Eccoci arrivati al cuore di questo video! Carta, calamaio e penna e prendete appunti perché non lo ripeto… oppure potete tornare indietro e riascoltare.
EGRAZIE AL CAZZO
Secondo le ultime notizie divulgate dagli studiosi della NASA per fare il NIE serve:
-Modulo EX 18 compilato
-passaporto o carta d’identità (originale + fotocopia)
-certificato di empadronamiento aggiornato (non deve avere più di 3 mesi) Questo vi posso garantire che è abbastanza importante
-certificato di tassa modello 790 codigo 12

Questo è quello che chiedono sempre a tutti! Studenti, lavoratori dipendenti, autonomi e pensionati. Poi a seconda dei casi dovrete presentare delle documentazioni aggiuntive.

Come fare il NIE per i lavoratori dipendenti

Siete dipendenti? Oltre ai documenti che vi ho detto prima dovete presentare una offerta di lavoro che supera i tre mesi.
ATTENZIONE: Calma tranquilli! Questo punto lo specifico più avanti perché merita un poco d’attenzione.

Come fare il NIE per i lavoratori autonomi

Siete lavoratori autonomi? Dovete presentare inoltre il documento che dimostri che siete autonomi alla seguridad social e la ricevuta di 3 pagamenti della quota mensile della seguridad social.

Come fare il NIE per gli studenti

Siete studenti? Allora dovete presentare anche un documento che dimostri che siete immatricolati ad una università, la tessera sanitaria europea in vigore o una assicurazione medica privata che copre l’intera assistenza sanitaria e una dichiarazione giurata sui vostri mezzi economici, insomma dovete avere fondi sufficienti per essere indipendenti. In altre parole non dovete pesare economicamente sullo stato spagnolo.

Come fare il NIE per i pensionati

Siete pensionati o avete una pensione di qualsiasi tipo? Allora dovrete presentare anche una certificazione che dimostri che avete questa pensione (anche con certificati bancari vanno bene) però devono essere tradotti in spagnolo. E dovete presentare un modulo E-121 o il S1 del INPS (o un’assicurazione sanitaria che copre tutti i costi di assistenza sanitaria).

Torniamo a parlare del NIE per i lavoratori dipendenti. La normativa sulla carta è effettivamente un cane che si morde la coda. Perché per avere il NIE devi avere un contratto di lavoro e per avere un contratto di lavoro devi avere il NIE. Ma non vi preoccupate perché non esistono problemi, ma solo soluzioni.
Prima del NIE definitivo vi possono rilasciare un NIE provvisorio di tre mesi e per ottenere questo non dovrebbero farvi molti problemi. Anzi. Io conosco itagnoli che gli è costato di più comprare un po’ di pane fresco un sabato mattina in panetteria che farsi il NIE.
Molti itagnoli e itagnole con i quali ho parlato mi hanno detto che anche se la legge è applicata a livello nazionale ogni ufficio tratta ogni cosa in modo differente. Due pesi, due misure. Insomma dipende dell’impiegato che avete davanti, se gli “siete simpatici” forse vi rilascia il NIE di tre mesi senza problemi. Infatti sembrerebbe che nei comuni con molta affluenza di stranieri il rilascio del NIE viene un po’complicato rispetto alla procedura normale. Ma queste sono informazioni di seconda mano, che io ho sentito e vi sto comunicando. Affidatevi solo sulle fonti ufficiali e a quello che vi dicono i dipendenti statali dell’ufficio, che alla fine della fiera non sono molto diversi da quelli italiani.




Come fare il NIE: alcuni consigli

Vi ricordo che per fare il NIE dovete prendere appuntamento on line nella pagina amministrativa. Troverete il link in descrizione: https://sede.administracionespublicas.gob.es/icpplus/index.html

Armatevi di pazienza! Dovrete investire una mattinata del vostro tempo ma vale la pena. Aspettate il vostro turno tranquilli. La sera prima caricate bene la batteria del vostro cellulare per poter passar un po’ di tempo sui social network o ancora meglio portatevi un libro.

Verificate tutte le informazioni che trovate in Internet sul NIE perché molti articoli sono del 15-18 quindi diciamo che la informazione non è bella fresca, considerate poi che la legge che regolamenta il rilascio del NIE cambia piuttosto spesso.

LA MIA ESPERIENZA PERSONALE!

Io per il mio NIE provvisorio non ho avuto nessun problema. L’ho fatto in una mattina a Tenerife. Senza nessun problema. Sono andato alla Policia Nacional di Los Cristianos la mattina presto e mi sono messo in fila. Ho presentato i miei documenti e mi hanno rilasciato un foglio A4 bianco con un numerino scritto sopra. Ero in fila con altri 10.000 stranieri, tutti italiani. Una cosa che nemmeno ai provini del Grande Fratello.
Dopo 10 mesi … Sì, il mio NIE era “scaduto” e sono ancora vivo. Quello che scade è il foglio dove te lo stampano (cioè il documento fisico) non il numero in sè. Quello ce lo avrete fin che campate…è come se a Mario Rossi gli scade la carta d’identità, il documento non vale una merda ma lui si chiama sempre Mario Rossi, o no?
Dopo 10 mesi, sono andato a rinnovare il NIE a Valencia. Perché nel frattempo mi sono trasferito. Credevo di avere tutti i documenti in mano ma invece no. Se non mi sbaglio presentai un contratto di lavoro con una durata di meno di tre mesi, cosa che , se non ricordo male, 10 mesi prima non mi l’avrebbero chiesto. Insomma la legge nel frattempo era cambiata. Questo è successo 4 anni fa circa. Per questo dico informatevi bene e non vi fidate molto di altri itagnoli che magari hanno fatto il NIE 15 anni fa e ti dicono: “Ma io non l’ho mica fatto cosí!”. Piuttosto perdete un’altra mattinata a chiedere negli uffici competenti ed a informarvi bene e semmai fidatevi di altri itagnoli che hanno fatto il NIE negli ultimi tre mesi.
Se avete domande potete lascarle nei commenti magari possono essere spunto per video come questi.

¡YA ESTÀ! TUTTO QUELLO CHE VOLEVO DIRVI VE L’HO DETTO!
ISCRIVETEVI AL CANALE! ATTIVATE LA CAMPANELLA! E SPOLLICCIATE SE VOLETE VEDERE ALTRI NOSTRI VIDEO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.